Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/20.500.12460/860
DC FieldValue
dc.contributor.authorMalliard, Joseph
dc.contributor.authorBrambilla, Giovanni Alessandro
dc.coverage.temporalsec. XVIII
dc.date.accessioned2019-10-30T13:02:03Z
dc.date.available2019-10-30T13:02:03Z
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/20.500.12460/860
dc.descriptionPiccola siringa in argento, tornita, con decorazioni costituite da solchi e nervature che corrono lungo la circonferenza. Una corona centrale, abbastanza sporgente e decorata con una leggera dentellatura, serve ad agevolare l'impugnatura dello strumento durante l'uso. Lo stantuffo è circolare e termina con un anello. Alla siringa possono essere applicati, a seconda dell'occorrenza, vari tipi di punte che differiscono sia per il modo in cui vengono applicate alla siringa (avvitate o inserite in serie), sia per la forma (dritta o curva) e le dimensioni (lunghezza e diametro) della cannula. Le punte che si avvitano direttamente alla siringa sono dotate alla base di un'aletta laterale che facilita l'avvitamento. Su una di esse si possono inserire altre cannule più lunghe e sottili. Alcune punte sono interamente in argento; quelle più sottili hanno l'estremità realizzata in oro. La siringa è dotata di 11 punte di diversa forma, lunghezza, diametro e materiale
dc.relation.ispartofStrumentario chirurgico per interventi sull'occhio (Cassetta N. VIII Pro fistula lacrimalis et palpebris)
dc.subjectmedicina e veterinaria
dc.subject.otherchirurgia
dc.subject.otheroftalmologia
dc.titleSiringa per i vasi lacrimali
dc.rights.licenseTutti i diritti riservati
dc.relation.fondSezione di medicina. Chirurgia e ostetricia. Strumentario di Giovanni Alessandro Brambilla
dc.date.noteanalisi storica
dc.identifier.inventorynumber1896
dc.identifier.shelfmarkMuseo per la Storia dell'Università
dc.identifier.form8e020-00471
dc.type.formPST
dc.identifier.region03
dc.identifier.nctn01966667
dc.type.definitionSiringa per i vasi lacrimali
dc.description.parts11 punte di diversa forma, lunghezza, diametro e materiale
dc.subject.keywordschirurgia castrense
dc.subject.keywordsfistola lacrimale
dc.subject.keywordsmalattie degli occhi
dc.subject.keywordspunta lacrimale
dc.coverage.spatialabbreviationPV
dc.coverage.shelfmarkMuseo per la Storia dell'Università
dc.date.inventory1937
dc.coverage.temporalfractionseconda metà
dc.contributor.authorrolecostruttore
dc.contributor.authorroleprogettista
dc.type.materialandtechniqueargento
dc.type.materialandtechniqueoro
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misucm
dc.format.misn9,5
dc.format.misn6,8
dc.format.misn5,5
dc.format.misn6,2
dc.format.misn5,2
dc.format.misn4,5
dc.format.misn4,4
dc.format.misn3,5
dc.format.misn3,3
dc.format.misn3,7
dc.format.misn3
dc.format.misn2,2
dc.description.functionLo strumento serviva per ripristinare la pervietà delle vie lacrimali. Le iniezioni potevano praticarsi attraverso il canale nasale o i punti lacrimali.
dc.description.useLa siringa era riempita del liquido medicamentoso. Si montava poi la cannula più idonea, la si introduceva nel punto lacrimale e si procedeva all'iniezione.
dc.description.preservationstatebuono
dc.relation.bibliographytypebibliografia specifica
dc.relation.bibliographytypebibliografia specifica
dc.relation.bibliographytypebibliografia specifica
dc.relation.bibliographytypebibliografia di confronto
dc.relation.bibliographytypebibliografia di confronto
dc.relation.bibliographyauthorsBrambilla G. A.
dc.relation.bibliographyauthorsMostra storica
dc.relation.bibliographyauthorsTerenna G./ Vannozzi F.
dc.relation.bibliographytitleIoan. Alexand. Brambilla ... Instrumentarium chirurgicum militare Austriacum
dc.relation.bibliographytitleGiovanni Alessandro Brambilla nella cultura medica del Settecento europeo
dc.relation.bibliographytitleMostra storica del libro e dello strumento di chirurgia : 14-17 ottobre 1973
dc.relation.bibliographytitleStrumenti medici dei secoli XVIII-XIX
dc.relation.bibliographytitleRagguaglio degli strumenti chirurgici del secolo XVIII
dc.relation.bibliographyplaceMilano
dc.relation.bibliographyplaceSiena
dc.relation.bibliographyplaceRoma
dc.relation.bibliographyyear1782
dc.relation.bibliographyyear1980
dc.relation.bibliographyyear1973
dc.relation.bibliographyyear1997
dc.relation.bibliographyyear1966
dc.coverage.spatialpvcsItalia
dc.coverage.spatialpvcrLombardia
dc.coverage.spatialpvcnPavia
dc.coverage.spatialpvccPavia
dc.relation.urlhttp://www.lombardiabeniculturali.it/scienza-tecnologia/schede/8e020-00471/
item.fulltextWith Fulltext
item.treefondsrootSezione di medicina. Chirurgia e ostetricia. Strumentario di Giovanni Alessandro Brambilla
item.grantfulltextopen
Appears in Collections:Patrimonio scientifico e tecnologico - Museo per la Storia dell'Università
Show simple item record

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.