Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/20.500.12460/1194
Object title: Macchina dinamo-elettrica di Ladd
Authors: Tecnomasio  (costruttore)
Subject: fisica
Keyword: elettricità e magnetismo
Date: 1845 circa
Fond: Gabinetto di Fisica dell'Ottocento 
Inscription: Tecnomasio Italiano Milano
Description: La macchina dinamo-elettrica è montata su di una massiccio intelaiatura di legno. E' dotata di un grosso volano munito di due manovelle, un asse recante una puleggia e un sistema planetario di ingranaggi. La puleggia è collegata al rotore della macchina tramite quattro cinghie di cuoio. Il rotore è formato da due avvolgimenti a doppio T, detti di Siemens. Lo statore è composto da due elettromagneti piatti, montati sulle espansioni polari entro le quali gira il rotore.
Function: Questo strumento permette di produrre una debole corrente che, lanciata negli elettromagneti, crea un campo magnetico il quale, a sua volta, aumenta la quantità di corrente generata.
Usage: Grazie al grosso volano munito di manovelle è possibile imprimere all'asse recante la puleggia e al sistema planetario di ingranaggi un rapido movimento di rotazione. Uno degli avvolgimenti di cui è formato il rotore fornisce la corrente per eccitare gli elettromagneti dello statore; il secondo, più grande, fornisce la corrente di uscita che, tramite un commutatore e dei contatti mobili, può essere alternata o raddrizzata. La macchina viene innescata grazie al magnetismo residuo del ferro dello statore. Questo permette di produrre una debole corrente che, lanciata negli elettromagneti, crea un campo magnetico il quale, a sua volta, aumenta la quantità di corrente generata.
URI: http://hdl.handle.net/20.500.12460/1194
License: All rights reserved
Appears in Collections:Patrimonio scientifico e tecnologico - Museo per la Storia dell'Università

Show full item record

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.