Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/20.500.12460/1132
Object title: Apparecchio per lo studio dell'effetto Peltier
Authors: Ruhmkorff Heinrich Daniel  (costruttore)
Subject: fisica
Keyword: elettricità e magnetismo
Date: 1877 circa
Fond: Gabinetto di Fisica dell'Ottocento 
Inscription: Ruhmkorff à Paris\r\n
Description: L'apparecchio è in realtà composto da due strumenti distinti.\r\nIl primo è costituito essenzialmente da un termoscopio di Rumford. In ognuna delle bolle di questo, unite da un tubo capillare lungo il quale è posta una scala argentata millimetrica, a zero centrale, lunga 200 mm., si trova una coppia di antimonio-bismuto. Il secondo strumento si compone essenzialmente di una lamina (oggi mancante) formata da tre parti: quelle esterne di rame e quella centrale di bismuto.
Function: Lo strumento serve per verificare il fenomeno scoperto dal fisico francese Peltier (fenomeno per il quale ai punti di saldatura di due conduttori di materiale diverso percorsi da una corrente si formano delle differenze di temperatura).
Usage: In una delle coppie antimonio-bismuto, contenute nelle bolle del termometro di Rumford, la corrente passa dal bismuto all'antimonio, raffreddando la bolla in cui è contenuta; nella seconda coppia la corrente passa in senso inverso, riscaldando la bolla. Le due bolle hanno così una temperatura differente e l'aria in esse contenuta, dilatandosi e rispettivamente contraendosi, spinge una goccia di liquido contenuta nel capillare che le riunisce. Per quello che riguarda il secondo strumento, a seconda del senso della corrente, una delle saldature si riscalda, l'altra si raffredda. Per determinare detti cambiamenti di temperatura si usa una pinza formata da due elementi termoelettrici che può essere fatta scorrere lungo la lamina tramite un pignone dentato e una cremagliera. Portando la pinza, collegata ad un galvanometro, sulla saldatura calda, si noterà una deviazione dell'ago galvanometrico prodotta dalle correnti generate dalla pinza termoelettrica. Portando invece detta pinza sulla saldatura fredda, la deviazione dell'ago galvanometrico avverrà in senso opposto.
URI: http://hdl.handle.net/20.500.12460/1132
License: All rights reserved
Appears in Collections:Patrimonio scientifico e tecnologico - Museo per la Storia dell'Università

Show full item record

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.